More whit less. Enjoy life in a changing world.

Cremonesi Consulenze per l’edilizia sostenibile

L’attività di Cremonesi Consulenze in questo progetto è stata particolarmente interessante ed è iniziata con l’ideazione di un nuovo e innovativo sistema energetico per rendere i moduli abitativi indipendenti
energeticamente utilizzando solamente fonti rinnovabili prodotte sul luogo d installazione. E’ stato studiato un
sistema che garantisse:

  1. energia elettrica: per l’illuminazione interna degli appartamenti ed esterna per viali e giardini e gli elettrodomestici prodotta pannelli fotovoltaici e pale eoliche verticali;
  2. energia termica: per il riscaldamento e il condizionamento prodotta da pannelli solari e pompe geotermiche
  3. acqua per gli usi civili prodotta da pannelli solari e acqua per l’irrigazione prodotta dal recupero delle acque piovane in vasche di contenimento. Per gestire al meglio l’intero sistema si sono studiate soluzioni tecniche di distribuzione dell’energia che potessero sfruttare al massimo le fonti energetiche utilizzate, all’interno dei moduli sono state previste:
    1. per l’energia elettrica: lampade a basso consumo, elettrodomestici in classe A+, fornelli ad induzione;
    2. per l’energia termica: pannelli radianti, green roof e isolamento alle pareti;
    3. per l’acqua un sistema di riduzione dei flussi, sistemi di recupero delle acque bianche.

I moduli sono stati esposti al FuoriSalone di Milano ed hanno ottenuto numerose menzioni ed una particolare attenzione della rubrica “Occhio allo Spreco” di Cristina Gabetti su Striscia la Notizia.

Il progetto

Una ricerca che va oltre le estetiche del nuovo, abbandona la riduzione del contenuto a forma e ripensa completamente l’abitare quotidiano. Il cambiamento spinge gli uomini a ripartire da capo, rimettere tutto in discussione. Un mondo alleggerito dagli oggetti quotidiani fino agli spazi dell’abitare, agli orti. ai giardini, perchè solo nella progettualità dell’intero sistema di vita è possibile intercettare nuove modalità di comportamento in un sereno equilibrio fra uomo e natura.
L’intervento progettuale ha come obiettivo la possibilità di concepire e costruire “oasi” funzionali ad un nuovo modo di vivere e di rapportarsi al tempo libero, e in linea col mutare dei concetti di stile di vita e di bellezza. Un micromondo che dedica più attenzione alla poesia dei luoghi naturali, alla sostenibilità delle scelte costruttive, alla flessibilità di esigenze domestiche sempre più nomadi e dinamiche.
Il progetto comunica la sintesi di un’area abitativa evoluta dove la razionalità dell’ecosistema convive con la libertà di espressione dell’abitare delle persone che la vivono; il progetto “more with less” rappresenta situazioni diverse, ma che hanno come comun denominatore un habitat attento alla socializzazione, al vivere lo spazio nel tempo libero integrandolo alla verità paesaggistica. Nuove logiche di ecosostenibilità ripensano il modo di costruire e di concepire gli ambiti abitativi e non, sintetizzando l’architettura con la modulistica, senza trascurare l’estetica domestica.

case-history-edilizia-sostenibile-per-sito-16

case-history-edilizia-sostenibile-per-sito-17